Multi Tabbed Widget

link adsense

domenica 26 settembre 2010

Penne firmate... "Pupa"

Oggi vi presento alcuni dei prodotti firmati Pupa, da me vinti al Contest Nail Fantasy, organizzato da Martina sul suo blog "Unghie e Nail Art" e sponsorizzato dalla Pupa Milano.
In particolare, vi parlerò di 3 “penne”:

3) PENNA CORREGGI SMALTO.                         (appartenenti alla linea Nail Care di Pupa)


                                                       

1) Esfoliante Cuticole:



Descrizione prodotto:
“Leggero scrub per cuticole, contenente granuli di bamboo per rimuovere gli eccessi di cuticole”. (fonte: http://www.pupa.it/ita/)

Modo d’uso:
ruotare l’estremità superiore della penna per far fuoriuscire il prodotto e massaggiarlo sul contorno dell’unghia; poi con la punta dell’applicatore spingere indietro le cuticole.




 
Qui è d’obbligo fare un’importante premessa:

“La parte più importante della struttura dell’unghia è la matrice, che deve essere attentamente salvaguardata da traumi e da quant’altro possa danneggiarla, poiché la proliferazione o meno delle cellule, da cui è formata, determina la crescita dell’unghia.
A tale scopo la natura le ha creato una protezione apposita nascondendola sotto la zona delle cuticole.
Le cuticole non si tagliano, ma si spingono delicatamente indietro: nel caso siano lunghe ed inspessite è bene affidarsi ad una professionista del settore che saprà prendersene cura ed effettuare una buona manicure”.
(fonte: l'esperta Rossella Tirinnanzi su http://www.tentazionemakeup.it/)
 
Da quanto letto, si evince che le cuticole non dovrebbero essere mai tagliate, bensì ammorbidite con olii o creme idratanti e spinte indietro con l’ausilio di bastoncini d'arancio o spingi-cuticole. A volte, però, può capitare che ciò non basti, soprattutto se le trascuriamo per un bel po' e, quindi,  già “avanzate” verso il corpo ungueale.
Questo scrub potrebbe aiutarci ad eliminare l’eccesso di cuticole e, in più,  con lo spingi-cuticole incorporato, diventa molto più semplice riportare le rimanenti "al loro posto".
Il pennellino è rigido, ma non provoca dolore, in quanto la peluria che lo avvolge attutisce le "spinte". 
 
Il prodotto, all'interno, si presenta come una crema leggermente rosata, dalla fragranza molto gradevole, non unge assolutamente ed è miscelato a micro-granuli ( in figura indicati da me con frecce) che, massaggiati in corrispondenza delle cuticole, portano via le pellicine in eccesso. 


Utilizzo questo scrub anche come esfoliante dell’unghia, per rimuovere eventuali impurità presenti e per rendere più morbida e liscia la superficie.

E’ un trattamento che, ormai, ripeto ogni volta che tolgo lo smalto; l’ideale sarebbe un paio di volte a settimana, ma io mi limito ad 1 volta, sia per mancanza di tempo, sia perché le mie nail art, per fortuna, resistono dai 7 ai 10 giorni.
 
Prezzo consigliato: € 9,90: non so dirvi se il prezzo sia elevato, non credo, tenendo conto che non sono più necessari i bastoncini d’arancio (spesa in meno) e tenendo conto dell’effetto “scrub”.

Esisterebbe anche un modo naturale per creare l’effetto scrub: mescolare granuli di sale alla crema idratante… ma non ho mai provato e, quindi, non posso dirvi nulla sulla riuscita... non vorrei che poi si graffiassero le unghie.





2) Olio nutriente unghie-cuticole:


Descrizione prodotto:
“Trattamento unghie e cuticole a a base di olio ultra nutriente e protettivo” (fonte: http://www.pupa.it/ita/).

Modo d’uso:
ruotare l’estremità superiore della penna per far fuoriuscire il prodotto e applicare su tutta la superficie e sul contorno dell’unghia.


 
L’idea di mettere un prodotto nutriente sulle unghie non mi è dispiaciuta affatto; trovo quest’olio un utile sostitutivo al prodotto precedente nel caso non vogliate rinunciare al classico bastoncino d’arancio; quindi, per ammorbidire le cuticole da spingere… potreste usare proprio questo olio.
Me ne servo, però, anche come semplice nutriente ed idratante: lo stendo sul giro cuticole per ammorbidirle e nutrire la parte sottostante; non sono un dermatologo,  ma mi son detta “ se da lì nasce l’unghia… è lì che va la nutrizione ed idratazione”.



Ottimo anche per “mettere in riga” le pellicine ribelli: è costituito, infatti, da un "pennellone" che, spinto sulle pellicine ammorbidite dall’olio, le riconduce “al loro posto”.

E’ una spesa che consiglio, io stessa lo ricomprerò quando sarà terminato; ne basta davvero poco, unge pochissimo, pressoché inodore, facile da stendere grazie al pennello...  insomma, può essere anche una valida alternativa a chi non volesse usare la miscela di olio e limone “fatta in casa” per nutrire le unghie.

Prezzo consigliato: € 9,90… e li vale tutti!
 




3) Penna correggi-smalto:


Descrizione prodotto:
“Corregge lo smalto sull'unghia, non contiene acetone e quindi non rovina la manicure. Utilizzabile per almeno 60 volte, la confezione contiene 3 punte di ricambio” (fonte: http://www.pupa.it/ita/).

Consigli d'uso:
Sulla confezione si legge: “per prolungare al massimo la durata di ogni punta, dopo l’uso, pulirla con una velina”.

Ora, chiedo a voi: cosa s’intende per velina? Un fazzoletto di carta o altro? Perdonatemi non l’ho ben capito, ma la cosa m’interessa molto, perché il “guaio” delle penne correggi smalto, acquistate da me sino ad ora (non erano prodotte da Pupa) era proprio nelle punte: si sporcavano e si sfaldavano troppo rapidamente, prima che il prodotto terminasse. Di conseguenza, ora, ho tante penne correggi-smalto ma non ho le punte di ricambio... quindi inutilizzabili!

Anzi, ne approfitto per fare un appello:

Illustrissima Pupa,
perché non vendete le punte di ricambio… anche senza penna?!!!
Vi faccio un esempio:
potreste vendere, al prezzo di 3 euro, 6 punte di ricambio (mi sembra un costo ragionevole)… così sarà possibile utilizzare ancora la penna, una volta consumate le 4 punte (le 3 in dotazione + la punta della penna) incorporate nel primo acquisto. 
Grazie! ^_^

Naturalmente questo mio discorso sulle punte che si esauriscono troppo presto è generale, non riguarda la Pupa… perché per ora ho utilizzato solo una punta e ho ancora le 3 a disposizione.

Il fatto che questo prodotto non contenga acetone è un’ottima cosa.

Prezzo consigliato: € 9,90: un po' altino rispetto ad altre penne, ma, per dirlo con certezza, devo valutarne prima la durata. Se le punte si sporcheranno di meno e resisteranno più a lungo… allora, potrebbe essere giusto.

Questo è quanto per oggi.

Nel prossimo articolo parlerò delle basi "nail care" di Pupa… contente????
Dite di si! ^_^

Bisous
Soffio di Dea
 
* I prodotti recensiti in questo post sono omaggi ricevuti al Contest Nail Fantasy, organizzato dal blog "Unghie e Nail Art" e sponsorizzato dalla Pupa. Tutti i giudizi espressi riflettono la mia sincera opinione, frutto della mia esperienza personale e in alcun modo influenzata dal premio ricevuto.

Questo articolo sarà pubblicato anche sul portale di moda, cultura, benessere e make-up: 
http://www.tentazionemakeup.it/.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

beh, io vorrei proprio sapere come fai a far durare una nail art, uno smalto o qualsiasi altra cosa sulle unghie dai 7 ai 10 giorni!
LOL
io non arrivo ai 5 giorni eppure uso sia basi, che smalti che top coat di buona qualità...
Sulla penna correggi smalto, io ne ho una (in realtà non le amo molto) e quando la comprai aveva varie punte di ricambio...è della colours & beauty...
Ottimo articolo, anche se non amo particolarmente i prodotti dedicati alle unghie della Pupa...
ciauuuuu
Carmen

Marguerite N. ha detto...

Questa review è PERFETTA! Mi ispira molto l'esfolia cuticole, anche se 10 euro...
Mi sembra giusta la tua idea, anche perché è inutile prendere una penna e buttarla subito dopo.

Io credo che loro intendano velina anche un fazzoletto normalissimo piuttosto che le veline normali, l'importante è che non lasci "pelucchi".
Altrimenti ci sono le confezioni di diverse marche!

Soffio di Dea ha detto...

@Carmen... ho provato anche altri prodotti Pupa nail care, come le basi, e devo dire che mi sono piaciuti molto; naturalmente il parere è sempre soggettivo, dipende molto dalla tipologia di unghia.
Sulla durata di una nail art o di uno smalto... ti dico che anche a mare hanno resistito tanto. Base e top coat sono essenziali per questo scopo... ma credo anche che, più l'unghia è porosa, più forse c'è attrito e più lo smalto resiste... dalle reminiscenze di Fisica mi sono data questa spiegazione.
Le mie unghie sono rigate (credo che la causa sia l'anemia cronica che ormai ho) e forse anche questo "malanno" aiuta a fare attrito... :)
Un bacio

@Margue allora mi promuovi come "reviewista"???
^_^
Si l'esfoliante mi ha fatto pensare subito a te e alle mille cure che mi hai "ordinato" per il viso! ^_^
Sulla velina ancora non mi è molto chiaro... quindi un fazzoletto di carta va bene?
Perdonami, sono stanca... questa review ha assorbito tutte le mie energie domenicali ^_^
Kiss

Marguerite N. ha detto...

Secondo me, ma parlo da inesperta, credo si intenda qualcosa che non lasci pelucchi, insomma che non la danneggi. Un fazzoletto va benissimo, di certo non un batuffolo di cotone.
Altrimenti a pochi spiccioli trovi la confezione di veline per il viso, ce ne sono a migliaia dentro.

LaDamaBianca ha detto...

Comodissime le penne per le unghie, io ne ho usate un paio ma erano a marchio Essence, almeno due anni fa.

Soffio di Dea ha detto...

@ Margue grazie... le cercherò e le proverò tutte :D :*
@Dama... si anche io prima... e il problema che le punte si consumano prima della penna mi si presentava con loro... però ammetto che sono ottime anche quelle. Non so se contengano acetone, spero di no. Kiss

Maria ha detto...

non mi parlare di penne-correggi smalto... ne ho avute di tutti i tipi, e sempre tutte con troppe poche punte di ricambio...

Soffio di Dea ha detto...

Eh Maria, speriamo che ascoltino il mio appello :)
kiss

Informazioni personali

La mia foto
Blogger dal 2000 d.C. ... amante della scrittura, della nail art e di tutto ciò che sia arte, disegno, creatività e colore. Considero la Nail Art "arte" a tutti gli effetti, per questo mi piace definire le unghie decorate "piccole tele dipinte itineranti".