Multi Tabbed Widget

link adsense

lunedì 15 aprile 2013

BLOGGER WE WANT YOU (GRAZIA.IT + NIVEA) : tra verde e nail art mi rilasso così…


Quando ho saputo di essere tra le 10 finaliste del contest sponsorizzato da Nivea per l’iniziativa BLOGGER WE WANT YOU di GRAZIA.IT… ehm, sono andata nel panico!
Scrivere un articolo sulla propria “routine relax” …quando NON si ha una routine relax, è un’impresa ardua… se non impossibile!

- Scusa Dea ti laverai almeno?!
Sì, che mi lavo… che pensieri sono?!  >.<

Il mio nickname, “Soffio di Dea”, potrebbe far pensare a una donna amante delle  immersioni in vasche di latte profumato, “condite” da petali di rose e illuminate da candele variopinte: atmosfera “soft” da sogno… appunto DA SOGNO (ohibò!).

bagno relax
         Fonte immagine: La mia casa nel vento


- Dea sveglia!

Ok! Ok! Pigrizia, mancanza di tempo, il correre-correre degli ultimi tempi… hanno ridotto la mia PSEUDO-routine-relax in al minimo essenziale:

- doccia con bagnoschiuma di marca perennemente diversa (non conosco il motivo arcano che spinga mia sorella a cambiare di continuo brand; mi adeguo perché offre lei …a caval donato non si guarda in bocca);

- depilazione con silk-épil (passaggio doloroso, quanto obbligatorio per non ritrovarmi rinchiusa in una gabbia … allo zoo);

- spalmata di crema idratante quando la pelle, arrossata dalla depilazione, implora pietà;
- trucco, parrucco e …via!

«È tardi, è tardi!» è il mio motto ormai, come potrei mai rilassarmi essendo un’ansiosa nel DNA? !

Non mi resta che mostrarvi i “pochi” prodotti utilizzati ultimamente per “alleviare la corsa quotidiana”:

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-1

DOVE” è il bagnoschiuma di turno in “casa Dea”: non aggressivo, profumo gradevole, non eccessivamente schiumoso, prezzo contenuto… direi “discreto”.

SOTTO LA DOCCIA BALSAMO CORPO NIVEA”  rappresenta una piacevole novità primaverile per me che non lo conoscevo, utile per chi non trova mai il tempo e la voglia di spalmare creme e cremine sulla pelle (io io!).

Il suo utilizzo è facile e veloce:

1) si deterge la pelle con l’abituale docciaschiuma + risciacquo;
2) si applica il balsamo corpo sulla pelle umida che tratterrà la speciale formula, così da farlo penetrare rapidamente;
3) si massaggia la pelle con piccoli e decisi movimenti rotatori: aiuteremo in tal modo l’assorbimento del prodotto, riattivando la circolazione delle zone interessate;
4) di nuovo risciacquo… il balsamo scivola via rapidamente;
5) ci si asciuga come d’abitudine.

L’azione del balsamo corpo si protrae nel tempo… lo trovo “soddisfacente”.

Dato che la modella di Nivea è molto, ma molto, più avvenente della sottoscritta, vi ho montato un collage delle varie fasi con immagini prese direttamente dal sito.

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-2
Da asciutta, data la rapidità con cui ho lavato via il balsamo corpo, mi sono detta “Bah, non ne sarà rimasto nulla!”.  Sbagliato! La pelle appariva morbida e vellutata, stessa sensazione di quando si stende una crema idratante.
Potrò, finalmente, idratare il mio corpo senza fatica... trovo che sulla pelle umida il tutto è più semplice e veloce.

Si possono, però, commettere errori di valutazione quando si usa un prodotto da poco tempo.
Mi sono, quindi, diretta dalla tata di mia nipote e mostrandole il braccio ho esclamato: “Anna ho provato questo prodotto nuovo della Nivea… non so… non mi convince molto… tocca la pelle, che ne dici?” 
Risposta di Anna: “Roby si sente eccome, hai steso una crema?”

Superato il test-tata, ora “Sotto la Doccia” alloggia nel bagno di Dea, pronto a essere usato ogni volta che la pelle tirerà.

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-3

Il prodotto è stato ideato in due versioni:

- nutriente, a base di olio di mandorla, per pelli secche (packaging blu);
- idratante, a base di minerali marini, per pelli normali (packaging bianco).

Tra le due opzioni, idratante e nutriente, non ho notato rilevanti differenze, come corposità sono molto simili. A istinto preferisco la versione idratante.

Il profumo è gradevole in entrambi i casi, resta lievemente sulla pelle, per cui non interferisce con deodoranti e profumi vari.

Unica pecca: lo avrei preferito leggermente più fluido,  la fuoriuscita dalla bottiglia sarebbe stata più semplice, ma si può ovviare al problema poggiandolo “sottosopra” al momento di usarlo.

Vi ho fotografato i relativi INCI, non capendo nulla in materia d’ingredienti cosmetici, chiedo a voi, come sempre, un parere:

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-4

Chiusura ermetica a scatto, nessuna difficoltà ad aprire e chiudere.

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-5

250 ml per un costo di circa 5 € … prezzo giusto direi.

N.B. Sto testando questo prodotto da una settimana circa, so bene che non può bastare per dare un giudizio personale definitivo, quindi non considero questo articolo una “review”; è piuttosto una “panoramica” dei prodotti che uso in questo periodo per la cura del corpo e delle mani. Le prime impressioni, comunque, sono state positive al punto da spingermi a riutilizzarlo anche per le mani.


- “Dea, appunto, e le mani?”

Argomento “MANI”

Uno dei miei tanti errori adolescenziali, onicofagia a parte, è stato il desiderio di avere l’aspetto “vissuto” (per non dire “vintage”) delle mani.
Ammiravo le mani di mia madre, zeppe di rughe e screpolature, mi trasmettevano l’idea di fatica e lavoro,  l’idea di una “donna lavoratrice”. Stereotipo sciocco e sbagliato, perché non è detto che chi abbia mani curate è perché non faccia nulla a casa e/o fuori casa! –.-‘

Insomma, ogni volta che mi ritrovavo a dover svolgere faccende domestiche e a entrare in contatto con detersivi aggressivi… non usavo né guanti protettivi prima, né creme idratanti dopo.

Bene, anzi male… perché oggi mi ritrovo mani con pelle arida e rugosa, proprio come quelle di mia madre… che non mi piacciono più! >.<

Tento, quando posso, di ricorrere ai ripari: bagni di crema idratante continui (tutto ciò che non stendo sul corpo… lo metto sulle mani e sulle unghie –.-‘).

Le mie creme  abituali sono della Yves Rocher (le trovate a pag.36 del libro verde), costano poco e si assorbono facilmente, ma ne ho tante altre da testare… quindi, in futuro, probabile anche che trovi degne sostitute.

nivea-grazia-yves-rocher-routine-relax-soffiodidea-7

La routine relax delle mani solitamente precede la creazione di una nail art (per me stendere lo smalto equivale a realizzare nail art).

Vi mostro i prodotti con cui ho accudito mani e unghie in questo weekend (ho sostituito la crema idratante con il balsamo corpo, probabilmente in futuro le alternerò o forse le userò insieme per avere una pelle ancor più elastica):

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-6

Nell’ultimo mese ho scoperto di avere il pollice verde o sarebbe preferibile dire “arancione” (come in un semaforo) dato che di natura ne so ben poco. Ho circa una settantina di vasi sulle balconate, vasi con piante che curava mio padre. Quando lui capì che non aveva più la forza di accudirle, mi disse di farle seccare. Non avrei mai potuto lasciarle morire, erano la sua passione, trascorreva pomeriggi interi a prendersene cura, sia d’inverno che d’estate. Sono riuscita a salvare buona parte di esse nell’ultimo mese. Spero che lui, da lassù, riesca a vederle. :)

La balconata, sabato mattina, si presentava così (con tanto d’intrusa)…

soffiodidea-piante-1

soffiodidea-piante-2

Avevo da sistemare diversi acquisti floreali:

soffiodidea-piante-3

Dopo un lavoro estenuante di 12 ore, domenica il balcone appariva così:

soffiodidea-piante-4

Voilà le mie manine all’opera: lì dove non arrivavo con i guanti, ho scavato con le mani “nude”. Mi piace il contatto con il terreno … un po’ meno quando trovo insetti! >.<

soffiodidea-piante-5

Avevo già sistemato tutte le piante nei vasi poggiati a terra (lavoro massacrante, mi chiedo mio padre dove trovasse la forza alla sua età), mi restavano le piante appoggiate alla ringhiera. Vasi zeppi di erba selvatica che ho salvato solo in parte.
Sentivo il bisogno di fiori, di rose, di colori e così ho provveduto.
Per quanto sia stancante, trovo il giardinaggio molto rilassante.

Vi mostro i miei arnesi da lavoro, sono vecchiotti, ma erano quelli di papà e ci sono affezionata. Uso i guanti, ma se c’è da scavare o quando iniziano a sudare le mani, li tolgo e scavo senza… risultato? Mani disastrose.

arnesi-giardinaggio-sofiodidea

I graffi sono le “carezze” dei  miei amici felini che volevano a tutti i costi partecipare all’operazione “balcone fiorito”.

soffiodidea-piante-6

Dopo un lavoraccio immane, dolori alla schiena e alle gambe, camminata alla “lumaca di Pinocchio”… il mio corpo necessitava di coccole.

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-8

Doccia, quindi, con spalmata di balsamo corpo, shampoo e, infine, cura delle mani.

Vi ho fotografato i vari passaggi del mio restauro mani, giusto per farvi fare un po’ i fatti miei. :)

Detersione, idratazione e manicure:


Non so se possa esservi utile un prima e un dopo:

nivea-grazia-routine-relax-soffiodidea-9

E’ tempo, finalmente, di NAIL ART!

Per restare in tema piante, ho montato un breve tutorial di una nail art bucolica che realizzai per il tour con Pupa nail academy, nei prossimi giorni pubblicherò anche il video-tutorial.
Spero vi piaccia.


Lavata, idratata, asciugata… mani in ordine, nail art fatta, fiori piantati… finalmente posso godermi in pace il mio piccolo giardino pensile.
Grazie alle temerarie che mi hanno letta fin qui!

Con questo post partecipo al contest BLOGGER WE WANT YOU, promosso da Grazia.it e sponsorizzato da Nivea.
Non amo chiedere voti, ma nel caso vi andasse di votarmi… basterà cliccare sul cuoricino, sotto la mia foto, nella pagina facebook di Grazia.

Grazie di cuore a chi tiferà per me!

Bisous,
Soffio di Dea

soffiodidea-giardinaggio

P.S. La bellezza di Madre Natura è incomparabile!

- Il materiale mostrato in questo post, in parte è stato acquistato da me e in parte inviatomi al fine di eventuale valutazione.  Nessuno mi ha obbligata e/o pagata a riguardo.

La nail art è soggetta a License Creative Commons. In caso vogliate  ispirarvi a quanto avete appena visto, dovrete citarne la fonte, grazie: www.soffiodidea.com
Tutti i giudizi da me espressi, in questo blog, riflettono la mia sincera opinione, frutto della mia esperienza personale e in alcun modo influenzata da eventuale tester ricevuto o da qualsivoglia fattore esterno. -

5 commenti:

Babyride ha detto...

Bene bene, deve essere bello sporcarsi di terra ed accudire le pianticelle... Mio papà dice che coltivare qualunque cosa dalla terra, fa crescere quella stessa cosa dentro di sè.

Soffio Di Dea ha detto...

Speriamo Manu <3

Dony Cipriadiluna ha detto...

Anche io sto provando a far diventare verde il mio pollice (per ora vira tra il rosso e l'arancione...), ma non riesco a far giardinaggio con le unghie lunghe...hai tutta la mia stima ^_^

Mary Nutricati ha detto...

bellissimo post Dea... come sempre sai parlare andando oltre il superficiale... <3

Soffio Di Dea ha detto...

@ Dony... ci si abitua eheheheh, piano piano :)

@ Mary grazie, il tuo giudizio positivo è una grande soddisfazione per me <3

Informazioni personali

La mia foto
Blogger dal 2000 d.C. ... amante della scrittura, della nail art e di tutto ciò che sia arte, disegno, creatività e colore. Considero la Nail Art "arte" a tutti gli effetti, per questo mi piace definire le unghie decorate "piccole tele dipinte itineranti".